venerdì 28 ottobre 2016

Terremoto al Sud Italia: scossa di magnitudo 5.7 avvertita in Calabria e Sicilia

Una violenta scossa di terremoto è stata registrata nel cuore del mar Tirreno in serata, esattamente alle 22.02. Dai primi dati preliminari si è trattato di un violento terremoto di magnitudo 5.7 registrato dai sismografi del centro sismico INGV. L’ipocentro del terremoto è stato localizzato a ben 474 km di profondità. Il sisma è avvenuto nel cuore del mar Tirreno, a ridosso del bacino del Marsili (meglio nota come l’area batiale del Marsili), uno dei più pericolosi vulcani sottomarini dell’Europa. Esattamente l’epicentro del sisma è stato localizzato a poco meno di 50 km dal vulcano e oltre 100 km dalle coste settentrionali della Sicilia. Il terremoto è stato avvertito lievemente sulle coste tirreniche di Sardegna , Lazio, Campania, Calabria e Sicilia come dimostrato dalle numerose segnalazioni giunte in redazione. Tantissime segnalazioni da Palermo, Reggio Calabria, Messina, Catanzaro, Crotone, Vibo Valentia, Cosenza, Salerno e Napoli. Il terremoto è stato percepito lievemente anche in Sardegna, specie sulle coste orientali dell’isola sin verso Cagliari. Tremori anche in Basilicata e nel Lazio, specie fra le province di Roma e Latina. Non dovrebbero esserci correlazioni fra la scossa ed il vulcano Marsili. L’ipocentro molto profondo è un indizio positivo in tal senso. Un terremoto che avviene a tale profondità ( per quanto raro) è dovuto a movimenti di subduzione delle placche tettoniche, ovvero allo scorrimento della placca africana al di sotto di quella europea.