venerdì 29 agosto 2014

SLA una malattia non un gioco

Trovo di cattivissimo gusto usare una malattia gravissima che porta alla morte per esprimere incazzi per altre situazioni trovo vergognoso che si giochi sulla vita e la sofferenza vedo che ciò che doveva essere una campagna di sensibilizzazione e diventato un gioco squallido per ridere si dovrebbe avere più rispetto
                                                                         
                                                                      COS'E' LA SLA

Il paziente affetto da SLA soffre di una degenerazione progressiva del motoneurone centrale e periferico, con un decorso del tutto imprevedibile e differente da soggetto a soggetto, con esiti disastrosi per la qualità di vita oltre che sulla sua sopravvivenza.
Le conseguenze di questa malattia sono la perdita progressiva e irreversibile della normale capacità di deglutizione (disfagia), dell'articolazione della parola (disartria) e del controllo dei muscoli scheletrici, con una paralisi che può avere un'estensione variabile, fino ad arrivare alla compromissione dei muscoli respiratori, quindi alla necessità di ventilazione assistita e in seguito alla morte.

ALLORA SE DOVETE AIUTARE LA RICERCA FATELO MA SE DOVETE SOLO METTERVI IN MOSTRA IN VIDEO ASSURDI DOVE FARVI UNA BELLA RISATA EVITATE ABBIATE RISPETTO SULLA VITA E SULLA SOFFERENZA

                                                                                                                                  Veronica Maisto .