mercoledì 30 ottobre 2013

La Nazzione Unita per i diritti dei disabili

I disabili non sono un "problema",ma una risorsa , e devono essere protagonisti nel processo di sviluppo dei prossimi anni : lo chiede l'Onu ,a nome di un miliardo di persone.
Nel momento in cui la crisi economica costringe gran parte dei paesi , tagliando ogni tipo di risorse per superare le barriere sociali,l'Onu promette di accendere una speranza sulla disabilità , una condizione che segna la vita di un miliardo di persone, ma che ci riguarda tutti in modo diretto.
DIGNITA'
Dal confronto che ha coinvolto leader politici e delegati delle ong,è scaturito un documento finale dove si afferma " l'urgenza di rafforzare l'inclusione delle persone disabili nei processi di sviluppo e cooperazione".
Il documento ribadisce gli obbiettivi della Convenzione sui Diritti delle persone con Disabilità  del 2006 che impone ai Paesi ratificatori di promuovere la piena uguaglianza e partecipazione alla società delle persone disabili, e non sono solo chiacchiere ,in Italia dove è legge dal 2009 ,la Convenzione ha cambiato la prospettiva della tutela giuridica dei disabili : non più "malati da curare" ma persone a cui va garantito rispetto , dignità, autonomia , partecipazione sociale e pari opportunità .
Valori quindi non strettamente legati alla salute ma alla tutela più ampia degli essere umani.